Versione testuale

Connect & Respect

FB IMG 1559194358755Evento conclusivo del Piano Nazionale per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo. 
 
Lunedì 3 giugno 2019 alle ore 16:00, presso la Sala conferenze del Liceo Scientifico OSA  “Rita Levi Montalcini” a Molfetta, si terrà "Connect&Respect", l’evento realizzato in collaborazione con MIUR,  Ufficio Scolastico Regionale per la  Puglia e I.I.S.S. “GALILEO FERRARIS”- Scuola polo regionale per il contrasto dei fenomeni di bullismo e cyber bullismo.
 
Il progetto  ha visto la partecipazione in rete di Istituti scolastici del territorio regionale, coordinati da sei  scuole referenti territoriali: IPSEOA “SANDRO PERTINI” di  Brindisi,  I.I.S.S. “A. DE PACE” di Lecce  I.I.S.S. “ALTAMURA - DA VINCI” di Foggia,  LICEO STATALE “TITO LIVIO” di Martina Franca , I.C. “MASSARI - GALILEI” di Bari  e  I.I.S.S.  “MARCO POLO” di Bari,  oltre alla collaborazione con  Università, Associazioni no-profit del terzo settore, operatori e imprese culturali che nel tempo hanno mostrato sensibilità al tema e hanno attuato interventi in questo ambito.
 
Le attività svolte sono state rivolte alla formazione dei docenti, alla sensibilizzazione delle famiglie e al coinvolgimento  del territorio.
 
Grande rilievo è stato dato agli  studenti, veri protagonisti degli interventi che hanno sperimentato  diverse forme di  attività: dagli incontri di formazione, alla lettura di libri a cui hanno fatto seguito incontri con l’autore, attività laboratoriali, momenti di condivisione all’interno di assemblee studentesche che hanno portato sempre a riflessioni profonde.
 
Da questo percorso partecipato sono scaturite le testimonianze, i video ed i racconti che condivideranno durante l’evento.
 
Il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo sono facce di una stessa medaglia e rappresentano, ormai, una fenomenologia deviante sempre più diffusa. Una risposta al fenomeno non può non passare attraverso la conoscenza approfondita dello stesso e dei dispositivi che ne favoriscono la diffusione.
 
La nuova normativa nazionale definisce il reato e lo colloca entro una gamma di possibilità di intervento repressivo e preventivo, a partire dalle scuole come luoghi in cui si concentrano fenomeni di cyber-violenza costruita sul web.
 
Il cyber-bullismo è un’emergenza che rende manifesti problemi sociali specifici nonché problemi legati alla formazione e all’autoformazione dei soggetti che di cyber-bullismo possono essere vittime e/o, consapevolmente o inconsapevolmente, attori-agenti.

I cookie sono piccoli file di testo scaricati sul tuo computer ogni volta che visiti un sito web. Sono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione e per alcune funzionalità delle pagine web.
Cliccando sul tasto ok accetti di utilizzare i nostri cookie